Archivi categoria: News

20 settembre 2018

Danske Bank: riciclaggio di denaro

In un comunicato ufficiale, la Danske Bank ha ammesso che, tra il 2007 ed il 2015, non è stata in grado di evitare diverse transazioni illecite aventi per oggetto il riciclo di denaro. La Danske Bank è il più grande istituto bancario della Danimarca, presente in 15 paesi del mondo, conta profitti per circa 1,9 […]

19 luglio 2018

Fine Qe, ma tassi ancora bassi

Come più volte anticipato dalla Bce, il Qe (quantitative easing) terminerà nel 2018, ma, a differenza di quello che era stato ipotizzato, la fine della politica espansionistica non comporterà il rialzo dei tassi d’interesse che continueranno a restare bassi, almeno per il momento. Sui tassi fissi le banche continuano ad applicare spread tra lo 0 […]

7 giugno 2018

Fine del Quantitative Easing e aumento dell’Euribor

I mercati sono ancora in attesa dell’annuncio della Bce sulla fine del Qe, ma già l’Euribor ha iniziato a salire. La Bce, tramite le parole del capo economista Peter Praet, si è detta pronta a valutare le modalità di uscita dalle politiche ultra – espansive ed, a questo annuncio, è subito seguita una modifica nel cambio […]

11 aprile 2018

Cambiano i benchmark USA

La Federal Reserve Bank di New York, insieme all’ufficio di ricerca del Dipartimento del Tesoro Usa, metterà sul mercato il SOFR (Secured Overnight Financing Rate), un tasso che sostituirà il LIBOR (London Interbank Offered Rate), dopo i numerosi scandali che lo hanno colpito legati a manipolazioni e costati multe miliardarie a grandi istituti di credito. […]

22 marzo 2018

Federal Reserve aumenta i tassi d’interesse

Come preannunciato dai mercati, la Federal Reserve ha aumentato i tassi d’interesse all’1,50-1,75%, anche se, nonostante i rischi restino moderati, è rimasta scettica sulla situazione economica in generale: le attività hanno avuto una crescita contenuta e i consumi-investimenti delle famiglie sono rallentati rispetto alla fine del 2017. Durante una conferenza stampa, Powell Jerome, presidente della Federal […]

16 marzo 2018

Addendum Bce sui crediti deteriorati

Il nuovo Addendum della Bce riguarda i crediti deteriorati e contiene le linee guida concepite per promuovere, in futuro, forme di accantonamento più tempestive in materia di Npl. La svalutazione dei crediti deteriorati è stata confermata a 7 anni per i garantiti ed a 2 anni per i non garantiti; la svalutazione, però, potrà iniziare per […]

16 marzo 2018

Edilizia libera per 58 opere

Sono arrivate le prime 58 definizioni degli interventi per i quali non sono necessarie comunicazioni (Cil, Cila, Scila) e nemmeno permessi di costruire. Il Decreto Infrastrutture – Semplificazione e Pa, con il “glossario dell’edilizia libera” ha ottenuto l’accordo in Conferenza Unificata e diventerà operativo appena verrà pubblicato sulla Gazzetta Ufficiale, senza bisogno di ulteriori adozioni o […]

6 marzo 2018

Eurozona: crescita “robusta”

Il Presidente della Bce Mario Draghi è ottimista circa la ripresa economica della Eurozona, che definisce “robusta”, sottolineando però l’importanza di mantenere una politica monetaria accomodante, che permetta all’inflazione di raggiungere livelli ottimali; per ottenere questo risultato, il Presidente suggerisce all’istituto di credito di decidere con cautela se e quando interrompere gli acquisti di titoli […]

31 gennaio 2018

Le banche del futuro

E’ ormai diverso tempo che stiamo assistendo alla chiusura di un numero sempre più elevato di istituiti bancari e le stime della FABI (Federazione Autonoma Bancari Italiani) contano ulteriori 3mila tagli entro il 2019. Il Fondo monetario internazionale sottolinea come Italia e Spagna siano i paesi europei con il maggior numero di filiali bancarie aperte […]

25 gennaio 2018

Ecco la ripresa!

La Banca d’Italia ha previsto una crescita per l’economia italiana, dovuta all’aumento della domanda interna, dell’occupazione e dei consumi delle famiglie. Nel quarto trimestre del 2017 il Pil ha avuto una crescita dello 0,4% e le previsioni indicano che per il biennio 2019 – 2020 ci sarà un’espansione del 1,2%. Le indagini indicano una rinnovata fiducia […]