Che cos’è il mutuo liquidità

Ti trovi nella situazione di aver bisogno di una somma di denaro consistente per realizzare un progetto personale o lavorativo, oppure per altre esigenze private? Non sempre la soluzione a questo bisogno è un prestito personale.
Cosa scegliere se dovessi aver bisogno di liquidità? La soluzione che hai a disposizione è sottoscrivere un contratto di mutuo denominato “mutuo liquidità” per ottenere il capitale senza dover necessariamente comunicare in che modo verrà utilizzato.

Come funziona il mutuo liquidità e quali sono i requisiti per ottenerlo?

Prima di addentrarci sugli aspetti tecnici legati al mutuo liquidità, è giusto sapere che vi sono due tipologie di mutuo liquidità:

– Mutuo liquidità con ipoteca
– Mutuo liquidità senza ipoteca

Mutuo liquidità con ipoteca

Il mutuo liquidità con ipoteca prevede l’attivazione di un’ipoteca immobiliare su un immobile libero da ipoteche. La somma che potrai chiedere in prestito verrà calcolata sulla base del valore immobiliare del bene sul quale viene iscritta l’ipoteca. Verranno anche valutati il reddito del quale disponi e la tua situazione lavorativa per capire quale possa essere la capacità di rimborso del prestito stesso. In linea di massima ti verranno chiesti alcuni documenti tra i quali: l’ultima busta paga e il CUD ( o gli ultimi 2 modelli unici se lavori in proprio ) ed eventuali cedolini pensione rilasciati dall’ente previdenziale oltre ad altri documenti.

Quale cifra posso chiedere in prestito?

Normalmente il rapporto tra mutuo liquidità con ipoteca e il valore dell’immobile sul quale viene iscritta l’ipoteca stessa si aggira intorno al 50% circa e la somma massima è in proporzione al valore del bene. La durata massima del mutuo liquidità con ipoteca si attesta su un periodo medio di 20 anni e le rate possono essere corrisposte mensilmente, trimestralmente o semestralmente e non dovrebbe eccedere il 30-35% del tuo reddito mensile netto.

Mutuo liquidità senza ipoteca o chirografario

Il mutuo liquidità senza ipoteca o chirografario è, invece, un tipo di finanziamento che potresti considerare se non hai un immobile di proprietà o comunque un immobile di terzi da poter ipotecare, ma hai necessità di avere a disposizione una somma di denaro abbastanza elevata. L’importo massimo che ti può essere concesso in prestito verrà valutato in base alle garanzie che fornirai così da proporti un piano di rimborso adeguato alle tue possibilità.

Quali sono le garanzie da presentare per ottenere un mutuo liquidità senza ipoteca?

Come per altri finanziamenti viene richiesta una posizione lavorativa stabile e un reddito tale da consentire di rimborsare il prestito.
In linea generale potrebbe essere necessaria la presenza di un garante, ovvero un soggetto coobbligato con te nel contratto di mutuo che interviene solamente nel caso in cui tu non sia in grado di pagare una o più rate. Inoltre sia chi richiede il mutuo che l’eventuale garante non devono essere stati segnalati come cattivi pagatori nè protestati o pignorati.

Quanto costa il mutuo liquidità?

I tassi di interesse per un mutuo liquidità possono essere sia a tasso fisso, variabile o misto e di norma il tasso è tendenzialmente più basso rispetto ai tassi di interesse applicati ai prestiti personali.
Se opterai per un mutuo liquidità senza ipoteca il tasso di interesse potrebbe essere maggiore rispetto alle tipologie di mutui con ipoteca, però sono in linea di massima più contenuti rispetto a quelli applicati ai prestiti personali.

Oltre al tasso di interesse vanno considerate altre spese da sostenere tra le quali le commissioni e le spese una tantum quali il costo di istruttoria della pratica di finanziamento, le spese per l’incasso della rata, per la perizia e per i costi assicurativi obbligatori (polizza incendio, fulmini e scoppio sull’immobile in caso di mutuo con ipoteca) ai quali potrebbe aggiungersi la sottoscrizione di una polizza sulla vita per tutelare gli eredi del mutuatario perché non si trovino privati dell’immobile in caso di decesso del contraente il mutuo, oltre alle spese del notaio per l’onorario e per la registrazione dell’atto, all’imposta sostitutiva ed alla parcella del consulente.

Surroga del mutuo liquidità

Hai sottoscritto un mutuo con una banca o altro istituto di credito ma le condizioni non ti convincono più? In questo caso puoi fare richiesta di surroga del tuo mutuo trasferendolo grazie a noi. Grazie al Decreto Bersani del 2007 (legge 40/2007) infatti è possibile surrogare anche il mutuo liquidità purché l’importo del nuovo mutuo sia pari al debito residuo da surrogare. In pratica puoi trasferire presso il nostro ente di credito il tuo mutuo liquidità in corso, però, non è possibile aggiungere a tale contratto liquidità aggiuntiva e cambiare gli attori iniziali.
Per venire incontro alle tue esigenze ed avere eventualmente una somma di denaro in prestito aggiuntiva in corso è possibile sottoscrivere la surroga del tuo attuale mutuo e in parallelo chiedere un prestito personale per liquidità aggiuntiva.

Mutuo consolidamento debiti più liquidità

Una particolare tipologia di mutuo è il mutuo consolidamento debiti, introdotto dalla legge italiana con il DL 212/2011, e consente di rimborsare un certo numero di rate relative a prestiti diversi, accorpandole in un’unica rata.
Quindi, in questo caso, pagherai una sola rata mensile di importo complessivamente inferiore rispetto ai finanziamenti attivi, rendendo così l’estinzione dei tuoi debiti più sostenibile.
Potrai anche cambiare tasso di interesse e richiedere una somma di denaro aggiuntiva per far fronte con maggiore serenità ad eventuali spese impreviste.
Per ottenere il prestito per consolidamento, dovrai dimostrare di non essere un cattivo pagatore, cioè di aver pagato regolarmente tutte le rate dei prestiti e del mutuo, e di avere un reddito o pensione regolare o, al limite, qualcuno che possa farti da garante in caso di insolvenza.

Simulazione mutuo liquidità

Vuoi fare una simulazione e calcolare la rata del mutuo? Usando il nostro calcolatore puoi farti un’idea generale dell’importo mensile da corrispondere per estinguere il finanziamento.
Potrai scegliere se la finalità del tuo mutuo è acquisto, surroga, ristrutturazione o liquidità. Puoi impostare anche la durata del finanziamento e il tipo di tasso (variabile, fisso o misto).

Se vuoi approfondire la tua situazione e valutare insieme quale potrebbero essere le condizioni più vantaggiose per il tuo mutuo, contattaci per avere un preventivo completo

Prenota una consulenza personalizzata

Ci prenderemo cura del tuo benessere

Consulenza gratuita
030 3534556