UniCredit contro Intesa Sanpaolo per l’acquisizione di Ubi Banca

//UniCredit contro Intesa Sanpaolo per l’acquisizione di Ubi Banca

UniCredit contro Intesa Sanpaolo per l’acquisizione di Ubi Banca

UniCredit si è inserita nel procedimento che vedrebbe l’intenzione da parte di Intesa Sanpaolo di acquisire Ubi Banca.

Un operazione che, se andasse in porto, potrebbe porre fine al sostanziale equilibrio tra i due principali istituti di credito italiani e portare dei rischi per la concorrenza della concentrazione.

Le parti ammesse all’istruttoria sull’offerta pubblica di scambio (OPS) hanno avuto 10 giorni per presentare memorie, avere accesso agli atti, oltre che avere la possibilità di essere sentiti e di partecipare all’audizione finale con il collegio, con la chiusura del procedimento prevista per fine luglio.

La considerazione fatta nell’istruttoria dalla stessa Authority è che un eventuale acquisizione di Ubi da parte di Intesa toglierebbe dalle scene il possibile futuro terzo gruppo bancario d’Italia, che avrebbe potuto fungere da polo di aggregazione affiancandosi proprio alle due maggiori banche italiane (Intesa Sanpaolo e UniCredit).

Se l’operazione andasse a buon fine, il mercato andrebbe a modificarsi pesantemente, facendo nascere un colosso che sarà tra i leader del settore in Europa, ma che di fatto punta quasi tutto sull’Italia, gestendo più di 1,5 trilioni di Euro tra impieghi e gestioni, pari a circa il 20% del PIL.

[Click qui per aprire/abbassare la chat]