Mps: chiudono altre 200 filiali

//Mps: chiudono altre 200 filiali

Mps: chiudono altre 200 filiali

La Monte dei Paschi di Siena sarà costretta a chiudere altri 200 sportelli, per poter avere il via libera dall’Unione Europea ai Monti bond. E’ ciò che risulta da indiscrezioni provenienti dagli advisor di Mps a pochi giorni dall’ufficializzazione del nuovo piano. Chiusura delle filiali significa, però, tagli al personale, anche se il management ha dichiarato di volerli gestire senza licenziamenti, ma ricorrendo al fondo di solidarietà fino al 2017.
Il nuovo piano prevede, inoltre, il taglio dell’esposizione ai derivati di Mps e, soprattutto, la riduzione graduale degli investimenti in BTp, al fine di ottenere il via libera europeo ai 4 miliardi di Monti bond ed allineare il capitale della banca ai rigidi paletti fissati dall’Autorità Bancaria Europea.
Secondo il piano dell’Unione Europea, a pagare la crisi saranno gli azionisti. Nel caso della Monte dei Paschi di Siena, a subire i danni maggiori sarà la Fondazione Mps, azionista al 33%, il cui patrimonio, concentrato quasi esclusivamente sulla banca, rischierà, in caso di nazionalizzazione, di azzerarsi a fronte di 350 milioni di debiti.
Entro la fine dell’anno, tuttavia, Mps darà una svolta importante anche al riassetto industriale. Il taglio di 400 filiali, cui si aggiungono le 200 che saranno presto annunciate, porterà ad un modello organizzativo nuovo e più snello, con una forte concentrazione sulla banca online, già battezzata Widiba, che sarà operativa dal 2014.

2014-07-14T12:50:13+02:0026.09.2013|Tag: , , , , |
[Click qui per aprire/abbassare la chat]