Export dei prodotti italiani: + 3,2%

//Export dei prodotti italiani: + 3,2%

Export dei prodotti italiani: + 3,2%

Buone notizie per quanto riguarda le esportazioni italiane fuori dai Paesi dell’Unione Europea. Infatti, l’export é aumentato del 3,2%, arrivando a circa 3 miliardi di euro, mentre le importazioni sono diminuite dell’1,3%.
L’incremento dell’export ha riguardato, soprattutto, l’energia (20,3%), i beni strumentali (8,2%) e i beni di consumo non durevoli (0,5%). Sono in diminuzione, invece, i prodotti durevoli (- 3,6%) e gli intermedi (- 2,7%). Le importazioni sono risultate in calo, in particolar modo nei settori dei beni durevoli (- 4%) e dell’energia (- 3,3%), a fronte di una crescita del 7% per le macchine strumentali e dello 0,6% per i beni di consumo.
Per quanto riguarda il totale del venduto dall’inizio dell’anno, verso i Paesi non appartenenti all’Unione Europea, é risultato essere di 5,5 miliardi, rispetto al disavanzo di 6,7 miliardi dell’anno precedente. I Paesi dove l’Italia esporta di più sono il Giappone (19,9%), la Russia (14,2%), il Mercosur (11,9%), l’Asean (11,5%) e la Cina (10,9%), mentre sono in calo del 15,7% le esportazioni verso la Svizzera (considerata, dalla statistica, come Paese extraeuropeo) e del 5,6% quelle verso gli Stati Uniti.
La diminuzione dell’import é stata particolarmente significativa verso i Paesi Opec (- 40,5%), il Mercosur (- 16,2%) e Pechino (- 15,5%). Nei primi tre mesi dell’anno l’export dello spumante italiano é aumentato del 20% (dati Coldiretti), soprattutto in Russia e in Cina.
Questi sono dati molto positivi per quanto riguarda le esportazioni di prodotti Made in Italy, da sempre apprezzati in tutto il mondo.

2014-07-14T12:51:58+02:0026.06.2013|Tag: , , , , |
[Click qui per aprire/abbassare la chat]