Banche Venete in Liquidazione

//Banche Venete in Liquidazione

Banche Venete in Liquidazione

In questi giorni diversi gruppi stanno valutando l’acquisto, a prezzo simbolico, di uno o più asset collegati a Popolare di Vicenza e Veneto Banca; tra questi troviamo Intesa Sanpaolo, UniCredit, Iccrea e anche istituti esteri presenti in Italia, tra cui Bnl e Bnp Paribas.

Il Mef chiede di velocizzare i tempi e ha previsto un piano, con il sostegno della Banca d’Italia, che tramite diversi passaggi porterà ad una sorta di liquidazione: anzitutto saranno scorporati gli Npl, che saranno inseriti in una “bad company” ricapitalizzata per diversi miliardi dallo Stato. L’operazione sarà molto onerosa, seppur supportata dai 20 miliardi del decreto salva risparmio, ma permetterà di introdurre sul mercato quello che rimane di positivo delle due ex popolari, come le filiali, con relativa clientela, i centri corporate, le attività di asset management e il portafoglio dei Titoli di Stato. La procedura di vendita è gestita da Rothschild su mandato del Tesoro e dovrebbe terminare entro una settimana.

Intesa Sanpaolo e Iccrea stanno decidendo se procedere, anche se per entrambi è fondamentale che siano messi in vendita esclusivamente gli assett tutelati da future predite.

La domanda presentata da Francoforte e Bruxelles di un intervento privato, dell’entità di 1,25 miliardi, come aiuto pubblico, rappresenta un ostacolo importante per riuscire a salvare le banche: fondamentale è trovare una soluzione che si accordi con la direttiva Ue Brrd (Bank Recovery and Resolution Directive), che esclude la possibilità di interventi solamente pubblici.

[Click qui per aprire/abbassare la chat]