Banca Intesa prende le banche venete

//Banca Intesa prende le banche venete

Banca Intesa prende le banche venete

Il premier Gentiloni, in conferenza stampa, comunica la decisione del Governo di approvare il decreto legge che permette la liquidazione coatta di Popolare di Vicenza e Veneto Banca, con la conseguente cessione delle parti “good” a Banca Intesa.

La crisi delle banche venete ha avuto inizio ancora prima della crisi economica e si è aggravata in maniera esponenziale, tanto che per evitare un fallimento totale si è reso necessario un salvataggio “estremo”, mirato soprattutto alla tutela dei correntisti, dei risparmiatori, dei dipendenti delle due banche venete e, più in generale, dell’economia di tutto il territorio, rappresentato in particolar modo dalle piccole medie imprese.

Il piano prevede un pagamento immediato di 5,2 miliardi da parte dello Stato, di cui 4,78 miliardi saranno utilizzati per garantire la neutralità dell’operazione sui capital rations di Intesa (condizione richiesta dalla banca stessa), mentre altri 400 milioni verranno investiti per far fronte a rischi futuri.

Per salvare le bache venete si utilizzerà il metodo del burder sharing, che tutela i correntisti e gli obbligazionisti senior ed è stato ipotizzato anche uno strumento che permetterà l’indennizzo dei piccoli risparmiatori che posseggono i circa 200 milioni di subordinati delle ex popolari venete.

E’ stato inoltre sottolineato da Padoan, personalmente, che l’operato delle due banche procederà in modo normale e senza interruzioni, diventando automaticamente parte del gruppo Intesa.

[Click qui per aprire/abbassare la chat]