19 novembre 2014

Tassi sui mutui sempre più bassi per effetto della Bce

Dal rapporto di novembre dell’Abi si evince che una riduzione dei tassi sui nuovi mutui, per effetto delle misure della Bce, ai livelli di quattro anni fa. Ad ottobre il tasso medio sulle nuove operiazione di finanziamento ai privati è sceso al 2,92%, segnando il valore più basso dal novembre 2010, mentre quello relativo alle imprese si è assestato al 2,82%. Infine, il tasso medio sul totale dei prestiti è risultato pari al 3,72%.

Nonostante ciò, erogare prestiti in Italia è ancora molto rischioso, a causa del perdurare della crisi economica. A settembre le sofferenze lorde sono aumentate a 177 miliardi di Euro, rispetto ai 174 miliardi del mese precedente, mentre quelle nette sono passate da 79,5 miliardi a 81,4 miliardi di Euro. Per quanto riguarda, invece, la flessione dei prestiti, si riscontrano segnali positivi: a ottobre si registra una flessione dell’1,9% rispetto al -2,2% del mese precedente e al -4,5% di novembre 2013, quando aveva raggiunto il picco negativo. In totale l’ammontare dei prestiti bancari alla clientela è stato ad ottobre di 1.814,9 miliardi di Euro, nettamente superiore di quasi 117 miliardi all’ammontare complessivo della raccolta.

Condividi questa pagina su...Share on Facebook
Facebook
Share on Google+
Google+
Tweet about this on Twitter
Twitter
Share on LinkedIn
Linkedin
Email this to someone
email
Print this page
Print