25 gennaio 2018

Ecco la ripresa!

La Banca d’Italia ha previsto una crescita per l’economia italiana, dovuta all’aumento della domanda interna, dell’occupazione e dei consumi delle famiglie. Nel quarto trimestre del 2017 il Pil ha avuto una crescita dello 0,4% e le previsioni indicano che per il biennio 2019 – 2020 ci sarà un’espansione del 1,2%. Le indagini indicano una rinnovata fiducia […]

1 giugno 2017

Draghi, scenari attuali e futuri

Il presidente della Bce, Mario Draghi, ha voluto precisare che la politica ultraespansiva andrà avanti ancora per parecchio tempo, nonostante alcuni analisti avevano ipotizzato la fine del Quantitative Easing e l’inizio del Tapering a settembre. Lo stesso Draghi ha sottolineato che al momento l’inflazione è ancora ridotta (si attesta sotto al 2%) e per garantirne […]

2 maggio 2017

BCE: siamo in crescita

La politica della Banca Centrale Europea sembra dare i risultati sperati: le aspettative dei mercati e degli analisti sono state confermate e la crescita è sempre maggiore. La ripresa è in aumento e solo le problematiche globali e geopolitiche, come ad esempio la Brexit, la Cina e la politiche del presidente Trump, sembrano minacciarla. Per quanto […]

28 aprile 2016

Crif Credit Solutions: cresce l’importo medio dei prestiti erogati

Si consolida la crescita dell’importo medio dei prestiti erogati alle famiglie. Come ogni anno, CRIF Credit Solutions analizza i dati dell’anno precedente e per quanto riguarda il 2015 ha rilevato la crescita dell’importo medio erogato, distinto nelle diverse forme del credito al dettaglio, mutui immobiliari, prestiti personali e prestiti finalizzati. In un contesto economico di […]

21 giugno 2013

Prospettive di crescita del 2014

La Federal Reserve intende proseguire con la stessa politica monetaria dell’ultimo periodo per favorire la crescita economica. Secondo la Banca centrale, il tasso di disoccupazione previsto per il 2014 potrebbe calare, arrivando al 6,5% (rispetto al 7,6% attuale). Se questo dato dovesse essere confermato l’anno prossimo, si potranno ridurre gli stimoli monetari già a metà […]