22 luglio 2015

Mutui: Direttiva UE mette a rischio estinzioni anticipate e surroghe

Fra meno di un anno le misure contenute nella direttiva UE recepita pochi giorni fa dovranno essere rese operative in Italia.
L’armonizzazione con la legislazione europea rischia di far tornare le penali su surroghe ed estinzioni anticipate.

Lo scorso 2 Luglio infatti l’Italia ha recepito la Direttiva europea sui mutui, le cui misure dovranno essere rese operative entro il 21 marzo 2016. Surroghe ed estinzioni anticipate rischiano di diventare nuovamente un tabù. Il pericolo è che l’Italia reintroduca la penale sull’ estinzione anticipata, compromettendo il mercato delle surroghe che nell’ultimo periodo ha avuto un vero e proprio boom.

La Direttiva UE prevede che “gli Stati membri possono prevedere che il creditore abbia diritto, laddove giustificato, ad un indennizzo equo e obiettivo per gli eventuali costi direttamente connessi al rimborso anticipato”. A questo si aggiunge che il suddetto testo afferma che le banche possano collegare al mutuo richieste di apertura di conti correnti, conti di deposito, prodotti di investimento o piani pensionistici che avranno lo scopo di garantire gli istituti sul rimborso del mutuo.

Condividi questa pagina su...Share on Facebook
Facebook
Share on Google+
Google+
Tweet about this on Twitter
Twitter
Share on LinkedIn
Linkedin
Email this to someone
email
Print this page
Print