3 febbraio 2017

FED: tassi invariati

La Federal Reserve ha evitato di modificare, per ora, i tassi di riferimento, che restano allo 0,50% – 0,75%. La Banca Centrale americana ritiene che l’inflazione arriverà, a breve, intorno al 2%, considerando la salita avvenuta negli ultimi mesi.

La Fed prevede che le condizioni economiche andranno a modificarsi, in modo da rendere necessari solo dei rialzi graduali dei tassi ed è inoltre previsto che gli stessi, almeno per un primo periodo, resteranno sotto la soglia di determinati livelli, che saranno poi raggiunti e mantenuti nel lungo periodo.

Gli investitori e gli analisti preferiscono essere prudenti e ritengono che la Banca Centrale sia stata troppo vaga rispetto alle tempistiche in cui avverrà il prossimo rialzo.

La Fed risponde a questi interrogativi sottolineando che, seppur l’inflazione è ancora sotto il 2%, sono stati fatti notevoli passi in avanti e gli obiettivi prefissati sono sempre più vicini: l’attività economica sta continuando ad espandersi e la creazione di posti di lavoro resta stabile.

Condividi questa pagina su...Share on Facebook
Facebook
Share on Google+
Google+
Tweet about this on Twitter
Twitter
Share on LinkedIn
Linkedin
Email this to someone
email
Print this page
Print