6 agosto 2018

Fed: per ora tassi invariati

Al termine di due giorni di vertice, la Federal Reserve ha deciso di mantenere invariati i tassi d’interesse tra l’1,75% e il 2%, anche se l’aumento del costo del denaro è previsto entro la fine dell’anno. L’economia americana è in buono stato, con disoccupazione bassa e attività economiche che crescono a ritmo veloce.

La visione positiva della Fed fa pensare ad un aumento del costo del denaro, sia a settembre che a dicembre, anche se Donald Trump ha espresso apertamente il suo disappunto, sostenendo tali scelte come rischiose per l’economia.
Generalmente, la Fed muove il costo del denaro in occasione dei vertici e il prossimo è fissato per il 25 e il 26 settembre. Le statistiche evidenziano un’economia forte: il Pil è aumentato del 4,1% nel secondo trimestre e la disoccupazione è al 4%, raggiungendo così i livelli minimi; l’inflazione, anche se ancora contenuta, è in procinto di superare il target del 2%, tanto desiderato dalla Banca Centrale.
Condividi questa pagina su...Share on Facebook
Facebook
Share on Google+
Google+
Tweet about this on Twitter
Twitter
Share on LinkedIn
Linkedin
Email this to someone
email
Print this page
Print