6 marzo 2018

Eurozona: crescita “robusta”

Il Presidente della Bce Mario Draghi è ottimista circa la ripresa economica della Eurozona, che definisce “robusta”, sottolineando però l’importanza di mantenere una politica monetaria accomodante, che permetta all’inflazione di raggiungere livelli ottimali; per ottenere questo risultato, il Presidente suggerisce all’istituto di credito di decidere con cautela se e quando interrompere gli acquisti di titoli sul mercato.

I dati del 2017 mostrano una crescita per l’economia dell’unione monetaria, che è aumentata del 2,5%, soprattutto per quanto riguarda gli investimenti e i consumi privati, saliti del 1,3% annuo.

La crescita è robusta, ma l’inflazione continua ancora ad oscillare tra 1,3% – 1,5% annuo, restando ancor lontani dall’obiettivo del 2%; anche se Draghi è certo che l’obiettivo verrà raggiunto, prima o poi, i dubbi rimangono e la paura principale è quella di assistere ad una stretta monetaria.

Draghi ha ribadito che le autorità europee devono permettere una dismissione, veloce e semplice, dei titoli di cattiva qualità e riguardo alle sofferenze bancarie, sottolinea l’importanza che i governi si impegnino a creare una garanzia in solido dei depositi, così da condividere i rischi.

Condividi questa pagina su...Share on Facebook
Facebook
Share on Google+
Google+
Tweet about this on Twitter
Twitter
Share on LinkedIn
Linkedin
Email this to someone
email
Print this page
Print